Muji, noto brand nipponico, sbarca nell’hotellerie

Primo Muji Hotel in Cina

Inizialmente pensavo che Muji fosse solo un negozio aperto all’improvviso in via Garibaldi a Torino. Un negozio come tanti, che aprono e chiudono in modo repentino, senza lasciare traccia del proprio passaggio e della propria mission. Soltanto dopo ho scoperto quale fosse la sua vera identità: un’azienda multinazionale di arredamento e abbigliamento giapponese fondata nel 1980, che nel giro di pochi anni ha conquistato il mercato mondiale contando più di 312 negozi e 102 outlet.

Muji, la filosofia della semplicità e del “no-brand”

Muji è una catena nota nel produrre capi di abbigliamento, complementi di arredo e accessori da viaggio, ed è conosciuta per il suo stile essenziale e privo di loghi che la caratterizza da sempre. Basti pensare al design che è sostanzialmente funzionale, ridotto al minimo utile, totalmente privo di decorazioni e con limitata varietà di colori. I prodotti, di conseguenza, vengono esposti su scaffali senza imballaggio e con una semplice etichetta che mostra i dati utili e il prezzo. Il successo di questa catena è basato sul passaparola, sulla filosofia della semplicità e sull’assenza di loghi e simboli sui prodotti. Muji, infatti, ha fatto dell’inesistenza del marketing il suo elemento distintivo.

Apre in Cina, a Shenzhen, il primo Muji Hotel

Muji è un brand che non conosce arresti, è una catena che ha visto crescere negli anni il proprio fatturato e che ha deciso di espandersi in diversi segmenti. Basti pensare alle case smontabili MUJI hut ed ai flagship store di frutta e verdura che ne hanno rafforzato l’identità. La catena, seguita da tutti coloro che amano il design minimal, ha deciso di affacciarsi nel mondo dell’hotellerie, aprendo così il suo primo hotel a Shenzhen, in Cina. L’albergo, che ha visto la luce nel gennaio 2018, è stato definito esperienziale ed è stato costruito secondo i valori universali di Muji:

cammina il più possibile ovunque tu possa, mangia bene, dormi bene e rimani in forma.

Arredamento sobrio e atmosfere di total relax

In linea con la propria filosofia l’hotel è stato realizzato usando legno riciclato, arredi sobri, texture naturali e atmosfere total relax, ed è sviluppato tra 79 camere da letto, un ristorante ed una libreria. Al secondo e al terzo piano dell’hotel, i clienti possono fare shopping in uno dei più grandi Muji store della Cina, di oltre 1.700 metri quadri.

Il brand nipponico, nato nel 1980, che è stato capace di spingersi oltre i tradizionali confini del design per declinarli in un vero e proprio lifestyle, non sarà l’unico. Infatti, due nuove aperture sono programmate a Pechino, il prossimo 20 marzo, ed una a Tokyo, prevista per la primavera del 2019.

Primo Muji Hotel in Cina

Share

Sono un architetto che ama l'arte, la moda e l'arredamento. Ho concepito Ice Cream Architecture come una piattaforma nella quale condividere insieme a voi le opere di architettura, di interior ed urban design che maggiormente hanno attirato la mia attenzione. Per info e collaborazioni contattatemi al mio indirizzo mail panarellof@hotmail.it e sarò lieto di rispondervi e dialogare insieme a voi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *